13-06-2021 – Jetas ed ST Scala di ferro

Spettacolare scalata al Monte Jato da un selvaggio ST che da S. Giuseppe Jato, ci ha portato in quota dopo un’arrampicata fra le rocce scoscese. Lì grazie alla preziosa guida di Lorenzo, abbiamo visitato alcuni resti di Jetas, antica citta del 300 AC.

Pubblicato in Bike | Lascia un commento

22-05-2021 – Giardini Argomezetev

Molte le volte sono state che siamo andati dulla Moharda, ed almeno 4 volte ero passato da lì, ma quella staccionata, e quella panchina nascosta nell’anfratto nn l’avevo mai notata. Così questa volta nel ST a scendere sono andato piano e cautamente guardato ogni anfratto, fino a trovare i sosprirati giardini.
Qualche riferiemnto storico è d’obbligo sull’origine di questi terrazzamenti.

Dopo l’abbandono della madrepatria a causa dell’avanzata ottomana, si insediarono qui alcune colonie greco-albanesi che, intorno il XV secolo grazie al benestare dell’arcivescovato di Monreale, trovarono dimora proprio alle falde del Monte Pizzuta».
«Le terre affidate furono quelle di Merco e Ayndigli, l’attuale contrada Dingoli, ritenute fertili e ricche di acqua. Per massimizzare le produzioni agricole di grano, vino e sommacco furono sfruttati anche terreni più pendenti costruendo i tipici terrazzamenti per creare veri e propri ripiani sulle parti più pendenti dei versanti montuosi.
Argomazevet si traduce letteralmente in “terrazzamento”. Qui erano incentrate le principali attività montane che, oltre l’agricoltura, vedeva protagonista la pastorizia e la produzione di ghiaccio grazie alla presenza delle numerose neviere poste sul versante settentrionale del Monte Pizzuta.

Pubblicato in Bike | Lascia un commento

Borgo Schirò e Cascate delle due Rocche (Corleone)

Pubblicato in Bike | Lascia un commento

02-05-2021 – Lago di Caccamo e boschetto Ciminna

Pubblicato in Bike | Lascia un commento

Quota 100 – GAME OVER –

Forse nn tutti sanno che quota 100 (croce e delizia) è arrivata al capolinea, il 31/12/2021 finirà la “sperimentazione” e non è previsto il rinnovo. Non è previsto il rinnovo perchè “ce lo chiede l’europa” (che la ritiene iniqua) e perchè è insostenibile economicamente in quanto troppo onerosa (per le casse dello stato). Ora quindi il ‘governo’ è allo sbando perchè nn sa che pesci prendere, le proposte tante, dagli attori (i sidacati) dalle parti, associazioni di categoria, dagli industriali, quota 102, quota 106 ecciti ecciti .. c’è solo un piccolo problema di fondo … queste soluzioni cercano di prendere l’acqua col colapasta.

E mi spiego meglio, senza avere la pretesa di fare un trattato sull’argomento non avendo la presunzione di essere un esperto, ma un semplice e LIBERO PENSATORE.
Io parto dalla base, il sistema è insostenibile, perchè le uscite (le pensioni ai ‘vecchi’) sono di importo superiore alle ‘entrate’ (i contributi che pagano i lavoratori ‘giovani’). A questo si aggiunge che prima (ahimè) si moriva prima, mentre adesso l’età media si è spostata in avanti. Un sistema pensionistico che si basa su questa differenza fra entrate ed uscite, ed in più deve pagare stipendi da nababbi ai suoi dirigenti (oltre 20 dirigenti inps guadagnano poco meno di 240.000 euro) non è sostenibile. La soluzione molto ‘sempliciotta’ che ha trovato la fornero è di alzare l’età pensionabile, ed abbassare l’importo della pensione (solo al popolo però).Io penso che invece una reale politica che superi questa logica, e guardi al futuro della nostra italia, debba andare al di à di queste bieche ‘strettoie’, e debba investire invece sui giovani .. perchè nn incrementiamo le nascite ?

Chiediamoci perchè si fanno meno figli, e ‘correggiamo’ il tiro, dando contributi ed aiuti a chi investe nel futuro del nostro popolo facendo figli e rinnovando la popolazione nel giro di un paio di generazioni … o vorremo trovarci fra qualche centinaio di anni come l’america … ; un crogiolo di popoli diversi (la maggior parte immigrati), mentre gli indiani d’america sono scomparsi (o quasi, e cirscoscritti nelle riserve) ? Se aumentano i ‘giovani’ che lavorano, potremo spostare la bilancia a favore di questi ultimi ed il sistema diventerà sostenibile .. altrimenti … cambiamo il SISTEMA. Leviamo l’obbligatorietà dei contributi INPS, ed ognuno (chi vuole) metterà i soldi in un fondo pensioni di suo gradimento e dell’importo che vorrà, levando dalla circolazione questi mangiafranco a tradimento, leviamo l’INPS !!!MEDITATE GENTE ….

Pubblicato in Bike | Lascia un commento